Le Grotte di Postumia

     
Le Grotte di Postumia sono un sistema di grotte lungo circa 21 km nel carso sloveno. Esse sono le grotte più estese del Carso e le più visitate in Europa, pensate che hanno ospitato più di 30 milioni di visitatori!
All’interno delle caverne si formano numerose strutture tipiche delle cavità carsiche, come le stalattiti, le stalagmiti, vari tipi di concrezioni, vaschette di corrosione; la loro formazione è dovuta alla deposizione del carbonato di calcio. Il processo non è difficile da comprendere e consta di due fasi: la fase dissolutiva e la fase costruttiva.
1) La fase dissolutiva prevede lo scorrimento di acque sia epigee che ipogee rese acide dall’anidride carbonica presente nell’atmosfera. L’acqua ricca di carbonato di calcio acido tende a dissolvere le rocce calcaree formando le cavità.
2) La fase costruttiva prevede il rilascio del carbonato di calcio acido sotto forma di carbonato di calcio insolubile, esso si accumula formando stalattiti o stalagmiti a seconda che l’acqua evapori prima o dopo di gocciolare sul suolo.
La stalagmite più bella e grande delle grotte è alta cinque metri e si chiama Brillante. Questa enorme stalagmite ha un colore estremamente bianco, poiché si forma grazie alla deposizione costante di un sottile strato di pura calcite. Nell’omonima Sala, in mezzo alle innumerevoli stalattiti, si possono osservare le tende e la cascata di calcite, detta Orgle ( Organo ), è uno degli spettacoli più belli che si possono ammirare nel mondo minerale delle Grotte.
                                                               Sala del Brillante.
 La fauna del luogo è stata sconosciuta fino alle prime esplorazioni ottocentesche. L’anfibio più diffuso è senza dubbio il Proteus anguinus, un animale che mangia pochissimo a causa dell’habitat in cui vive, ha un metabolismo lento e data la scarsità di cibo può rimanere a digiuno fino a dieci anni! Le sue prede principali sono piccoli crostacei e vermi. E’ molto longevo, può superare i 100 anni d’età!
Nel 1831 venne scoperto il primo coleottero detto Leptoridus hochenwartii, il nome venne cambiato in seguito dall’esploratore Ferdinand Schmidt in ”drobnovratnik”, che in italiano significa ”collominuto”.  Inoltre si possono trovare il collembolo cavernicolo e un ragno, descritto per la prima volta dal naturalista danese J.C. Schiodte.
                                                          Il famoso Proteus anguinus.
 Molti anfibi e insetti tipici di questi posti sono osservabili vivi allo Speleovivarium di Trieste, gestito dalla S.A.S. la Società Adriatica di Speleologia di cui fa parte il sottoscritto.
 Il percorso comincia dalla piattaforma della particolare ferrovia a doppio binario, unica al mondo. Il trenino elettrico passa prima attraverso una galleria artificiale, poi arriva in una naturale che sfocia in due sale: nella prima, denominata Sala Gotica, si possono osservare vasti depositi calcarei, la calcite crea concrezioni, rivestimenti sulle pareti, vasche e croste; la seconda è la Sala Congressi ( una volta si chiamava Sala da Ballo), sede di numerosi concerti e manifestazioni.
Dopo oltre due chilometri percorsi in treno un sentiero illuminato conduce attraverso il Grande monte ( Calvario ) e il ponte russo per giungere alle Grotte belle, costituite dalla Sala degli spaghetti, Sala Bianca e Sala Rossa, che devono il loro nome al colore delle formazioni calcaree. Si arriva infine alla Galleria del Brillante, dove si trova la famosissima stalagmite di pura calcite, simbolo delle grotte di Postumia.
Al termine della visita si può ammirare un acquario con dei protei, la cui esistenza è legata esclusivamente all’ambiente ipogeo della Sala Concerti.
La visita di tali Grotte è un’esperienza nuova, da fare almeno una volta nella propria vita, mostra la meraviglia di un mondo nascosto ai nostri occhi e in parte ancora incontaminato.
                               
                                                                Sala degli spaghetti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...