Liuzhou Forest City: la prima città-foresta con lo scopo di combattere l’inquinamento

La Cina, come sappiamo, è uno dei paesi più inquinati del mondo, ma grazie ad un progetto tutto italiano, si potranno limitare i danni almeno nella provincia dello Guangxi. Dopo il Bosco Verticale, l’insediamento urbano ideato da Stefano Boeri nascerà entro il 2020 in Asia. Ospiterà più di 30mila abitanti. Sarà la prima città autonoma a impatto zero, grazie a impianti geotermici e fotovoltaici negli edifici, mezzi di trasporto elettrici e migliaia di alberi tra palazzi e strade.
Il progetto prevede che all’interno del complesso non si trovino soltanto abitazioni, ma pure scuole, uffici, alberghi, un ospedale e altri servizi. La bellezza di tutto ciò sarà che tutti gli edifici, nessuno escluso, saranno ricoperti da una moltitudine di alberi e piante. Inoltre, questo fantastico progetto presume anche di effettuare un collegamento tra  il nuovo spazio verde e la città vera e propria attraverso una linea ferroviaria veloce elettrica.
La città foresta sarà poi autosufficiente a livello energetico, si servirà infatti di pannelli solari sui tetti e della geotermia per produrre energia e per il condizionamento degli edifici.

I vantaggi per l’ambiente

Una volta che la città foresta sarà completamente operativa, i vantaggi in termini ambientali saranno molto rilevanti, tanto che sarà possibile assorbire ogni anno circa 10mila tonnellate di CO2 e 57 tonnellate di polveri sottili. Inoltre, parallelamente a ciò, verranno prodotte più o meno 900 tonnellate di ossigeno, migliorando sensibilmente la qualità dell’aria. 
In aggiunta, se ciò non bastasse, ci sono anche altri vantaggi nell’impostare un quartiere con queste caratteristiche: innanzitutto la presenza di così tanto verde genera un “effetto coperta ” che aiuta a ridurre la temperatura del suolo e quindi il riscaldamento globale; in più la folta vegetazione attutisce i rumori limitando anche l’inquinamento acustico; infine, all’interno di questi piccoli boschi si possono insediare uccelli, insetti e piccole specie animali così da contribuire al ripopolamento della fauna.
La Liuzhou Forest City promette di essere un vero e proprio paradiso della biodiversità, nonché un eccezionale fonte d’aria pulita, in un paese, la Cina, che ne ha davvero tanto bisogno. A dire il vero, ogni città del mondo ne avrebbe necessità, perché di aria buona, purtroppo, non ce n’è mai a sufficienza.
Guangxi
Guangxi

Guangxi

Guangxi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...