Il lago Don Juan, lo specchio d’acqua più salato del mondo

A tutti, quando si parla di specchi d’acqua decisamente salati, viene in mente il Mar Morto, perché tra i mari e gli oceani, è rinomato per essere in assoluto il più salato. Eppure, nonostante possa sembrarvi paradossale, lo specchio d’acqua più salato del mondo non è il Mar Morto, bensì un lago, più precisamente il lago Don Juan, piccolo lago ipersalino situato nella Wright Valley, regione orientale dell‘Antartide.

A tal proposito, il Mar Morto ha un livello di salinità del 23,1%, mentre il lago Don Juan raggiunge una percentuale del 40,2%. Pensate che la media degli oceani del globo si attesta sul 3,38%. Quest’ultima percentuale, letta così, può sembrare irrisoria, ma un misero 3,38% ci fa sentire il mare talmente salato che, quando un po’ d’acqua ci finisce in bocca, la sputiamo con disprezzo, ritrovandoci poi con la bocca e la gola riarse. 
Proprio a causa di questo elevato livello di salinità, il lago Don Juan gela soltanto quando la temperatura raggiunge i -53° C. 

Quando fu scoperto?

La scoperta di questo incredibile lago ipersalino avvenne nel 1961 e il suo nome deriva da Don Roe e John Hickey, due piloti di elicottero che partirono con il fine di studiare il laghetto. A confermare ciò che vi ho detto un paio di righe fa, durante la loro prima esplorazione l’acqua del lago, nonostante la temperatura fosse di -30°, si trovava allo stato liquido.

Salinità

Volendo fare un discorso leggermente più ampio a proposito di questa incredibile salinità, possiamo dire che il lago Don Juan è uno stagno superficiale, a fondo piatto, iper-salino. Esso ha una maggiore salinità del Mar Morto o addirittura del Lago Assal (situato a Gibuti) e lo stesso vale per il Lago di Vanda e per gli altri laghi antartici delle Valli secche McMurdo.
Si ritiene che il lago Don Juan contenga un grado di salinità di oltre 18 volte superiore all’oceano (rispetto al Mar Morto che è 9,6 volte superiore rispetto a quella del mare). Il fatto che sia l’unico dei laghi ipersalini antartici che non gela quasi mai è un’indicazione del suo rango superiore di salinità tra i laghi di tutto il mondo.
È stata descritta inizialmente come una zona di scarico delle acque sotterranee ipersaline; tuttavia in base ad una ricerca scientifica del 2013, è venuto fuori che l’acqua salata deriva dall’umidità che scioglie il terreno roccioso circostante. In merito a ciò, urge sapere che l’area intorno al lago Don Juan è ricoperta da sali di cloruro di sodio e cloruro di calcio che sono stati precipitati con l’evaporazione dell’acqua.
La superficie e il volume del Don Juan variano nel tempo: secondo la mappa topografica USGS pubblicata nel 1977, la zona era di circa 0,25 km². Tuttavia, le dimensioni dello stagno si sono successivamente ridotte considerevolmente. La profondità massima nel 1993-1994 era di circa un piede (30 cm), mentre nel gennaio del 1997 era di appena 10 centimetri; infine nel dicembre 1998 lo stagno era quasi del tutto asciutto ovunque eccetto una zona di poche decine di metri quadrati.  
Ad ogni modo, nonostante sembri più una pozzanghera, ancora oggi il lago Don Juan viene considerato lo specchio d’acqua più salato del mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...