Il Monte Roraima: un’isola fra le nuvole

Alto quasi 2800 metri, il monte Roraima è una delle formazioni rocciose più antiche della Terra. Sulla cima si possono ammirare una vegetazione e una fauna, oltre a un paesaggio, unici al mondo. Vi si trovano diversi tipi di piante carnivore e delle minuscole rane nere che non saltano, gli unici vertebrati. La sua più grande peculiarità, però, è avere una cima completamente piatta.

Una caratteristica del monte Roraima è quella di essere il confine naturale di tre diversi paesi: Venezuela, Brasile e Guyana
Gli abitanti di questi luoghi, gli indios Pemòn, da sempre hanno costruito leggende e storie fantastiche legate al Monte Roraima, per la sua natura così suggestiva e unica. A livello geologico i tepui sono i resti di altopiano di arenaria che nel corso del tempo hanno subito un’erosione naturale, rimanendo come isole all’interno della foresta pluviale. Roraima è il tepui più famoso. Per gli indigeni il suo nome è traducibile più o meno con “la madre di tutte le acque” perché dalla vetta le cascate che si formano danno origine alla maggior parte dei corsi d’acqua. 
Le antiche popolazioni della zona hanno dato a queste montagne il nome di “tepuy”, poiché il significato di tale termine si traduce con “casa degli dei”. I corsi d’acqua che scendono dalla montagna, interrotti da alte cascate, si dirigono verso il Rio delle Amazzoni, l’Orinoco e i fiumi della Guyana.
Sulla vetta il paesaggio sembra lunare, disseminato di statue naturali scolpite dal vento in una roccia molto scura. Sul Roraima si trova pure “la valle dei cristalli”, un’area completamente ricoperta di quarzi
Per quanto concerne il clima, urge dire che esso si presenta più fresco rispetto al clima tropicale che c’è nel territorio circostante. Le piogge sono praticamente incessanti, mentre la temperatura varia tra i 5 e i 36° C. Insomma, l’escursione termica è notevole.  
Pensate che Arthur Conan Doyle, per scrivere il romanzo “Il mondo perduto”, dove sarebbero sopravvissuti dinosauri e altri animali preistorici, si ispirò proprio al Roraima.  A tal proposito, nel 1884 fu conquistata la vetta proprio di questo tepui, il quale suscitò un incredibile interesse scientifico. Infatti, l’isolamento di questo habitat ha fatto in modo che qui potessero sopravvivere davvero specie animali e vegetali del tutto assenti sulla Terra.
Ad ogni modo, il Monte Roraima rappresenta un vero e proprio capolavoro della natura. Immaginate di essere seduti sulla cima piatta del monte, circondati dalle nuvole, dominando un paesaggio meravigliosamente unico. Lo so, pare irreale anche all’immaginazione, eppure, nonostante questo luogo sia comparso nel film cartone denominato “Up”, esso esiste realmente.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...