La gola di Gorropu, il canyon sardo

Quando si parla di canyon, non può non venire in mente l’America, nella fattispecie il Grand Canyon, in Arizona, eppure, nonostante non sia noto a tutti, i canyon sono presenti pure in Europa. A tal riguardo, vorrei parlarvi della gola di Gorropu, considerata dai geologi come il canyon più imponente di tutta Europa.

La gola di Gorropu segna il confine naturale tra i territori comunali di Urzulei e Orgosolo, ha una lunghezza di circa 1.500 metri e nei punti più alti le sue pareti superano i 400 metri di altezza, caratteristiche che hanno valso alla gola di Gorropu l’appellativo di Grand Canyon della Sardegna. 
Gorropu è anche considerata un prezioso scrigno di biodiversità. Infatti, il suo habitat così peculiare  con i suoi punti d’ombra, le sue correnti d’aria, i suoi repentini sbalzi termici, non può che aver favorito i presupposti per la presenza di endemismi ( specie animali e/o vegetali esclusive di un dato territorio) e altri aspetti ambientali particolarissimi. In modo specifico va citata la specie erbacea Aquilegia di Gorropu (n.s. aquilegia nuragica); questo endemismo è stato inserito dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) fra i primi a rischio di estinzione nel Mediterraneo. Per quanto concerne la fauna, urge sapere che questo è pure l’habitat naturale di mufloni, gatti selvatici, cinghiali e aquile reali.
Nel fondo della gola scorre il Rio Flumineddu, le cui acque, nel corso di millenni, hanno dato vita a questo splendido canyon. Oggi le acque del fiume passano sotto alla gola di Gorropu per poi sgorgare all’improvviso proprio all’imboccatura del canyon, proseguendo il proprio corso verso la vallata di Dorgali, aprendosi di tanto in tanto in piccoli laghetti ed alimentando altre piccole sorgenti.

Nel caso voleste andare alla scoperta di questo autentico capolavoro della natura senza rinunciare a perdervi nemmeno uno scorcio dell’incantevole paesaggio circostante, sappiate che avete la possibilità di rivolgervi alla Società Chìntula, concessionaria per la tutela, il controllo e la pulizia del sito. Essa organizza uscite (adatte a ogni livello) e offre vere e proprie esperienze con tanto di pernottamento e pasti a base di prodotti tipici come pane carasau, salumi e formaggi, il tutto irrorato da ottimo vino Cannonau. 
Insomma, non esiste solo il fantomatico Grand Canyon nel mondo, così come in Sardegna non esistono soltanto spiagge meravigliose, ma pure luoghi fantastici che nulla hanno a che fare con il mare, ma che hanno lo stesso potere di incantare sguardi e distendere i sensi. 

Di: Martino Linardi
Fonti: 
La Stampa: Gola di Gorropu, il Grand Canyon d’Europa
Gorropu- the canyon, sito ufficiale


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...