L’Unione Europea ha autorizzato l’uso del Glifosato per altri 5 anni

Negli ultimi giorni di novembre dell’anno appena concluso, è uscita una notizia sicuramente non positiva che molti di voi avranno appreso, ma che a più di qualcuno sarà sfuggita. L’Unione Europea ha autorizzato l’uso del Glifosato per altri 5 anni. Insomma, come starete notando, lo scopo di tale articolo è quello di dare nuovamente luce a tale notizia, poiché a mio modesto parere non è giunta nelle case di troppe persone. 

Innanzitutto occorre asserire che a favore si sono espressi 18 paesi, 9 sono stati i contrari e 1 da bravo ignavo si è astenuto. “Il voto di oggi dimostra che quando tutti vogliamo, siamo in grado di condividere e accettare la responsabilità collettiva nel processo decisionale“, ha detto il commissario Ue alla salute Vytenis Andriukaitis.

L’Italia è tra i nove Paesi che hanno votato contro la proposta di rinnovo dell’autorizzazione dell’erbicida glifosato per 5 anni. Sulla stessa linea Francia, Belgio, Grecia, Ungheria, Lussemburgo, Lettonia, Cipro e Malta. Astenuto il Portogallo. A cambiare gli equilibri rispetto alla riunione avvenuta i primi di novembre dello scorso anno, la quale non aveva espresso una maggioranza qualificata a sostegno o contro la proposta, è stato il voto favorevole di Romania, Bulgaria, Polonia e Germania, che in precedenza si erano astenute. Romania, Bulgaria e Polonia perché ritenevano che un’autorizzazione per cinque anni fosse troppo poco, la Germania perché chiedeva un prolungamento dell’attuale autorizzazione per tre anni.

Coldiretti: in Italia divieto per aree frequentate da popolazione o “gruppi  vulnerabili”

In Italia permane comunque il divieto di uso del glifosato nelle aree frequentate dalla popolazione o da “gruppi  vulnerabili” quali parchi, giardini, campi sportivi e zone ricreative, aree gioco per bambini, cortili ed aree verdi interne a complessi  scolastici e strutture sanitarie, ma anche in campagna in pre-raccolta, “al solo scopo di ottimizzare il raccolto o la trebbiatura”. Lo ha affermato la Coldiretti che sottolinea gli effetti del decreto del ministero della Salute, in vigore dal 22 agosto del 2016, che non vengono modificati dalla decisione dell’Unione Europea di rinnovare per cinque anni la licenza di utilizzo. “L’Italia deve porsi all’avanguardia nelle politiche di sicurezza alimentare nell’Unione Europea e fare in modo che – sottolinea la Coldiretti – le misure precauzionali introdotte a livello nazionale riguardino coerentemente anche l’ingresso in Italia di prodotti stranieri trattati con modalità analoghe, come il grano proveniente dal Canada dove viene fatto un uso intensivo di glifosato proprio nella fase di pre-raccolta”.

Cos’è il Glifosato precisamente? 

Il glifosato è  un diserbante non selettivo, vale a dire una molecola che elimina indistintamente tutte le erbe infestanti. È stato introdotto sul mercato dall’azienda agroalimentare americana Monsanto nel 1974, ed è oggi l’erbicida più utilizzato al mondo: dalla sua introduzione ne sono state spruzzate sui campi quasi 9 milioni e mezzo di tonnellate. 
Mentre la sua efficacia è ineccepibile, la sua sicurezza è stata messa in discussione più volte, anche se i suoi effetti sull’uomo sono molto dibattuti. A questo riguardo, urge dire che l’Agenzia europea delle sostanze chimiche (ECHA) la reputa “non carcerogena“, mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) l’ha classificata come “probabilmente cancerogena per gli esseri umani”.
Insomma, seppur non si sia giunti ancora ad una verità oggettiva e insindacabile, rimane il fatto che, quando vi è il dubbio che una sostanza possa nuocere alla salute dell’uomo, essa debba essere tolta dalla circolazione fino a quando non ci dovessero essere prove inconfutabili riguardo la sua innocuità. 
Di: Martino Linardi
Fonti contenuti:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...