Il Kjeragbolten: uno dei luoghi più fotografati della Norvegia

Il Kjeragbolten è un grosso masso rotondeggiante incastrato incredibilmente in un crepaccio nelle montagne di Kjerag in Rogaland, in Norvegia. Viene anche chiamato Kjerag Boulder o Bullone. Al di sotto del masso, mille metri più giù, scorre il Lysefjorden ( in norvegese fiordo della luce).

Durante le ere glaciali, la Norvegia era completamente ricoperta dai ghiacciai. Rogaland si trova adagiata su una placca tettonica debole, di conseguenza in antichità ciò ha permesso al fiume di scavare il fiordo attraverso le montagne di arenaria circostanti. L’acqua di fusione ha scavato e riempito la valle circa ventidue volte poiché i letti dei fiumi si erano trasformati in valli a forma di U durante le ere glaciali, e in valli a forma di V fra un’era glaciale e l’altra. In seguito all’ultima era glaciale, il riscaldamento globale ha causato un innalzamento dei livelli dei mari, allagando i fiordi e facendo emergere questo macigno, intorno al 50.000 a.C. . A seguito dello scioglimento dei ghiacciai norvegesi, si è verificato un rimbalzo post glaciale sulle rocce sottostanti le quali, non essendo più sottoposte al peso del ghiaccio, hanno cominciato ad espandersi. Nel caso del Kjeragbolten, il rimbalzo è stato più veloce dell’innalzamento del livello del mare ed ha incastrato così il masso nella sua posizione attuale.

Sospesa sul profondo abisso, la roccia è raggiungibile attraverso un sentiero da trekking impegnativo che si snoda sull’altopiano regalando viste fantastiche. Il percorso inizia dal parcheggio di  Øygardstøl, a sud del Lysefjord, e attraversa molteplici creste. L’escursione richiede dalle 6 alle 10 ore e durante il tragitto il dislivello raggiunge gli 800 metri. Insomma, per intraprendere questa meravigliosa scalata occorre essere in buone condizione fisiche. 
Urge dire, però, che Kjerag e il suo masso rotondeggiante sono meta di escursioni solamente nella stagione estiva. A questo proposito, fino versa alla metà di maggio, Kjerag è considerata accessibili solo a escursionisti dotati di un’attrezzatura speciale e accompagnati da una guida. 

Il Kjeragbolten è una delle tante meraviglie della natura, in questo caso, però, è anche un’avventura pazzesca. A questo proposito, diverse persone mettono da parte le paure e salgono stando in bilico su questo masso per farsi immortalare in una foto senz’altro indimenticabile. In aggiunta, come se non bastasse, il Kjeragbolten è anche meta di molti base jumper. La roccia è stabile, incastrata alla perfezione come solo la natura può essere in grado di fare, ma ciò  non toglie il fatto che un’avventura fantastica possa trasformarsi in tragedia qualora non si usasse il cervello. Un grosso sì all’avventura, ma un sì ancora più grande alla sicurezza e al buon senso. 

Di: Martino Linardi
Fonti contenuti e immagini:
Guida turistica online sulla Norvegia, la terra dei fiordi-Kjeragbolten
Wikipedia-Kjeragbolten
visitnorway.it-Escursione estiva a Kjerag in sicurezza

ospesa sul profondo abisso, la roccia è raggiungibile attraverso un sentiero da trekking impegnativo che si snoda per l’altopiano regalando viste stupende. Il percorso, non è adatto ai bambini, inizia da Øygardstøl, a sud del Lysefjord, e attraversa diverse creste. L’escursione dura circa 6 ore in totale con una salita di 570 metri. – https://www.norvegia.com/lysefjord/kjeragbolten/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...