Svalbard Global Seed Vault, la banca mondiale dei semi

La Svalbard Global Seed Vault è un’autentica cassaforte per la conservazione del patrimonio genetico delle colture agricole della Terra. Si tratta della banca di semi più importante del mondo dove al suo interno viene conservata quasi la metà dell’intero patrimonio agricolo del pianeta, ovvero 1 milione di semi

La Svalbard Global Seed Vault è situata vicino alla cittadina di Longyearbyen, nell’isola norvegese di Spitsbergen, nel remoto arcipelago artico delle isole Svalbard a circa 1200 km dal Polo Nord
Aperta dal governo norvegese nel febbraio 2008, ha recentemente festeggiato il suo decimo anniversario da quando riceve semi da tutto il mondo con il fine di conservarli e proteggerli da qualsiasi tipo di calamità, naturale o umana.  A questo riguardo, c’è da dire che si tratta di un vero e proprio bunker estremamente protetto, all’interno del quale i semi sono al riparo da terremoti, guerre, cambiamenti climatici, alterazioni biologiche e genetiche e qualsiasi altro tipo di catastrofe. 
Il bunker, scavato per 120 metri nel cuore di una montagna, si compone di tre sale di 27 metri di lunghezza, 10 di larghezza e 6 di altezza. Le chiusure hanno porte d’acciaio di notevole spessore, e la struttura è costruita in calcestruzzo in modo da resistere ad una eventuale guerra nucleare o ad un incidente aereo. I semi sono conservati a temperatura costante, a -18 °C, e nel caso qualcuno ostinatamente germogli lo stesso viene sostituito il prima possibile. Lo spazio utile è stato progettato per 4 milioni e mezzo di sementi, ossia circa il doppio di quelli che attualmente si conoscono.
Nelle ultime settimane sono arrivati 76.000 campioni che, aggiunti a quelli già presenti, portano questo straordinario archivio alla considerevole cifra di 1.059.646 semi conservati.
Tra gli ultimi “acquisti” ci sono semi di arachidi bambara (Vigna subterranea), tolleranti alla siccità, una varietà di orzo comunemente utilizzato per produrre birra irlandese e varietà uniche di riso.
casse contenenti campioni di semi

I risultati fin qui raggiunti sono talmente soddisfacenti che il governo norvegese ha lanciato una campagna del valore di 12 milioni di euro per raccogliere idee e progetti al fine di migliorare la struttura. I problemi infatti ci sono anche qui: per dirne uno, l’anno scorso, a causa dei cambiamenti climatici, l’eccezionale tasso di fusione del permafrost ha portato l’acqua fino all’ingresso del bunker.
Chiaramente, essendoci un’ottima organizzazione su tutti i fronti, entro certi limiti questa possibilità era stata prevista, infatti, in tale situazione sopra riportata, gli ambienti non hanno subito alcun danno. Ad ogni modo si è trattato di un campanello d’allarme per niente trascurabile tanto che, tra i lavori già realizzati, ci sono le nuove impermeabilizzazioni delle stanze a protezione dei semi. I nuovi finanziamenti, invece, punteranno all’allestimento di centrali elettriche di emergenza volte a garantire il mantenimento del freddo e alla costruzione di un nuovo tunnel d’ingresso. 
Oltre alla Svalbard Global Seed Vault, ci sono nel mondo almeno altre 1700 banche genetiche che, a livello nazionale, si occupano di salvaguardare un gran numero di varietà di semi per l’agricoltura locale. Inoltre, siccome di tesori da proteggere ce ne sono tanti altri, urge sapere che, nel marzo del 2017, in una ex miniera poco distante dalla Global Seed Vault è stato inaugurato l’Arctic World Archive, dove vengono archiviati su supporti analogici (perciò al sicuro anche da attacchi informatici) documenti di particolare importanza, come costituzioni, dati scientifici, reperti archeologici e accordi politici. 
In un mondo dove spesso la distruzione regna sovrana, ben vengano luoghi di questo tipo, dove l’unico intento è quello di salvaguardare tesori preziosi per l’umanità. 

Di: Martino Linardi
Fonti:
Focus-Un milione di semi nella Svalbard Global Seed Vault
Government.no-Svalbard Global Seed Vault
Wikipedia-Svalbard Global Seed Vault


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...